I forestali Calabresi sono il triplo dei Rangers del Canada.

forestali-calabria-canada

Se ne parla tanto, se ne è sempre parlato e lo si sa, ma siamo davvero di fronte ad un vero e proprio scandalo, una situazione che grida vendetta e permettetelo, grida anche LICENZIATELI!

In una Italia in piena crisi economica con milioni di persone e giovani senza lavoro, le regioni che sfornano debito che affossa la nostra economia e la nostra vita vedere quanto non si sia fatto sino ad ora per risolvere definitivamente e drasticamente lo scandalo dei forestali della Regione Calabria è vergognoso.

Lo sapevate che il Canada una delle nazioni modello in tutto il mondo non solo per economia ma per il favoloso stile di vita e di assistenza sociale ha un estensione di foreste di oltre 400.000 km quadrati ed ha un corpo forestale che conta, circa, 4.200 Ragers (paragonabili al nostro Corpo Forestale).

E la Calabria? La splendida regione con un mare a dir poco paradisiaco ha una estensione di foreste pari a 6.500 km quadrati circa ed ha un numero di forestali addetti a “interventi straordinari di competenza regionale nei settori della silvicoltura, della tutela del patrimonio forestale, etc, etc (*)”, pari a, circa 10.500 addetti.

Calcolatrice alla mano i forestali calabresi costano a noi italiani 240 milioni di euro (160 milioni dal Governo della Repubblica e 80 dalla Regione Calabria) oltre 2,5 volte l’intero bilancio che il Canada destina alle gestione del proprio patrimonio forestale (il più vasto al mondo).

Mettendoci ancora a fare due calcoli in Calabria abbiamo 1 forestale ogni 191 abitanti mentre il Canada riesce a svolgere il miglior servizio forestale al mondo con 1 Ranger ogni 7790 abitanti. Insomma in proporzione all’estensione, dove i Canadesi impiegano un addetto, noi ne impieghiamo 120!!!

Ma oltre allo scandalo dei 240 milioni spesi ogni anno per mantenere questo esercito di Forestali dobbiamo anche prendere atto che le foreste della Calabria non sono curate per nulla! Sono lasciate al degrado e all’incuria che le devasta con incendi continui che ne depauperano l’inestimabile valore naturalistico.

In un paese come il nostro, con una situazione economica così difficile, con uno stato che drena risorse bisognerebbe imparare a destinare tali somme a progetti concreti e soprattuto obbligare chi ha un determinato ruolo a svolgerlo al meglio o che si dia il via ai licenziamenti!

Pensate quanti interventi paesaggistici e di sostegno all’occupazione e all’imprenditoria si sarebbero potuti fare in Calabria con 160 milioni di euro all’anno (la somma destinata dal governo nazionale) trasformando la regione in un vero e proprio paradiso in terra che attirerebbe milioni di turisti da tutto il mondo!

Invece no! Soldi buttati per assistenzialismo e, ammettiamolo, comprare voti!

>> LO SCANDALO CONTINUA! SCOPRI I FORESTALI DELLA REGIONE SICILIA

>> PER SAPERNE DI PIU’

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here