Vai al contenuto

Mondo Convenienza, maxi multa dall’Antitrust: prodotti non completi e ostacolato reclami

L’Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato ha sanzionato Mondo Convenienza con una multa di 3,2 milioni di euro per pratiche commerciali scorrette e ostacoli ai diritti dei consumatori.

L’Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato ha recentemente irrogato una sanzione pecuniaria di 3,2 milioni di euro a Iris Mobili S.r.l., società titolare del noto marchio Mondo Convenienza, per una serie di violazioni relative alle pratiche commerciali e al rispetto dei diritti dei consumatori. La decisione, annunciata il 28 marzo 2024, punta i riflettori su una serie di comportamenti ritenuti illeciti da parte dell’azienda nel contesto della vendita e dell’assistenza post-vendita di mobili e arredi.

Secondo quanto riportato dall’Antitrust, Mondo Convenienza ha adottato condotte scorrette nelle fasi di consegna e montaggio dei prodotti, oltre a creare ostacoli significativi per i consumatori che cercavano di fruire dei servizi post-vendita. In particolare, l’azienda è stata accusata di aver effettuato consegne di prodotti incompleti, non corrispondenti agli ordini o in condizioni non ottimali per l’uso, senza adottare misure adeguate per risolvere tali problemi.

Ulteriormente, l’Antitrust ha evidenziato come Mondo Convenienza abbia limitato i diritti dei consumatori imponendo tempistiche ristrette per la presentazione di reclami e limitazioni al diritto di ottenere la sostituzione dei prodotti o il rimborso. Queste pratiche hanno significativamente ridotto la libertà di scelta dei consumatori, influenzando negativamente l’esperienza d’acquisto e la soddisfazione del cliente.

Le infrazioni contestate riguardano aspetti cruciali del rapporto di consumo, come l’esecuzione corretta del contratto di compravendita, la consegna dei beni acquistati, il servizio di assistenza post-vendita e le politiche di rimborso e compensazione per i disagi subiti dai consumatori.

In risposta alla sanzione, Mondo Convenienza ha preso atto della decisione dell’Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato, sottolineando l’impegno dell’azienda nel fornire chiarimenti e collaborare con le autorità. La situazione solleva questioni importanti sulle pratiche commerciali nel settore del retail e sull’importanza di garantire il rispetto dei diritti dei consumatori, ponendo l’accento sulla necessità per le aziende di adottare comportamenti trasparenti e corretti nei confronti della propria clientela.

Per ricevere in anteprima le notizie scarica GRATIS la nostra App

Protezione Civile, esercitazione su bradisismo ai Campi Flegrei
Da lunedì 22 aprile prenderà il via la prima delle tre esercitazioni di protezione civile previste nel 2024 nell’area dei Campi Flegrei.
continua a leggere...
Terremoto Turchia, scossa magnitudo 5.6: ci sono danni ad edifici
Una scossa di magnitudo 5.6 ha danneggiato abitazioni e scosso la cittadina di Sulusaray, in Turchia.
continua a leggere...
Spazio, la NASA avverte: “La Cina nasconde progetti militari nello spazio”
Il capo della NASA, Bill Nelson, ha dichiarato che la Cina sta occultando attività militari dietro il suo programma spaziale civile, sollevando preoccupazioni sulla sicurezza.
continua a leggere...