Vai al contenuto

Russia, Jorit e il murale di Ornella Muti: tra arte e polemiche

Lo street artist Jorit al centro delle critiche per il suo murale di Ornella Muti a Sochi e il selfie con Putin, tra arte e propaganda.

Credit © Istagram

Lo street artist napoletano Jorit, noto per i suoi murales iperrealisti, ha recentemente realizzato un’opera raffigurante l’attrice italiana Ornella Muti su un palazzo di Sochi, in Russia. L’artista, al secolo Ciro Cerullo, ha poi attirato l’attenzione dei media per un selfie scattato con il presidente russo Vladimir Putin durante il Forum internazionale della gioventù, tenutosi nella stessa città. Jorit ha espresso il desiderio di mostrare all’Italia che Putin è “un essere umano come tutti noi”, in un tentativo di contrastare quella che percepisce come propaganda occidentale.

Il gesto di Jorit ha suscitato un’ondata di critiche, soprattutto in relazione al contesto politico attuale, caratterizzato dalla guerra in Ucraina e dalle tensioni tra Russia e Occidente. Alcuni hanno accusato l’artista di essere uno strumento di propaganda russa, citando precedenti controversie legate ai suoi lavori, come il murale dedicato ai bambini del Donbass a Mariupol e le sue dichiarazioni in cui sembrava schierarsi dalla parte di Mosca.

Nonostante le critiche, Jorit ha difeso la sua arte e le sue scelte, sostenendo di essere per la pace e preoccupato per i risvolti più ampi che il conflitto potrebbe avere. Ha inoltre ribadito la sua ammirazione per il popolo russo e la normalità che avverte a Mosca, nonostante la guerra.

L’episodio solleva questioni più ampie sul ruolo dell’arte in contesti politici e sulla responsabilità degli artisti quando le loro opere vengono interpretate come messaggi politici. Il caso di Jorit evidenzia come l’arte possa diventare un campo di battaglia simbolico e come le azioni degli artisti possano essere scrutinate alla luce delle loro implicazioni politiche.

Ornella Muti, protagonista del murale di Jorit, ha un legame speciale con la Russia, avendo antenati nati a San Pietroburgo. La sua presenza a Sochi, insieme alla figlia Naike Rivelli, e la partecipazione alla Moscow fashion week, sottolineano le connessioni culturali e storiche tra Italia e Russia, nonostante le attuali tensioni geopolitiche.

Il dibattito intorno a Jorit e al suo murale di Ornella Muti a Sochi, così come il suo selfie con Putin, riflette la complessità delle interazioni tra arte, politica e diplomazia culturale in un’epoca di conflitti e divisioni internazionali.

Per ricevere in anteprima le notizie scarica GRATIS la nostra App

Jorit, chi è lo street artis napoletano fan di Putin -VIDEO-
Chi è Jorit il giovane italiano che ieri sera ha dialogato con il presidente russo Vladimir Putin durante un forum della gioventù a Sochi
continua a leggere...