Vai al contenuto

Tempesta Geomagnetica in Arrivo, CME pronta ad abbattersi sulla Terra: ecco cosa accadrà

Esplosione solare potrebbe regalare spettacolare aurora boreale in Europa e Stati Uniti.

In seguito all’esplosione di un filamento magnetico sulla superficie solare avvenuta il 20 gennaio, una grande espulsione di massa coronale (CME) è stata proiettata verso la Terra. Secondo le previsioni della NASA e della NOAA, ciò potrebbe causare una tempesta geomagnetica di classe G2, con possibili effetti visibili sotto forma di un’aurora boreale nelle regioni settentrionali di Europa e Stati Uniti.

Un filamento magnetico, una struttura di gas solare intrappolata dai campi magnetici solari, è stato coinvolto nell’eruzione solare suddetta. Gli scienziati lo associano spesso a fenomeni di eruzioni solari e, in questo caso, all’espulsione di massa coronale diretta verso il nostro pianeta.

L’espulsione di massa coronale (CME) è un’esplosione di plasma solare e campi magnetici dalla corona solare. Questo evento, oltre a potenziali impatti sul metro spaziale e sulle comunicazioni radio, potrebbe causare tempeste geomagnetiche di classe G2, con possibili effetti negativi sulle comunicazioni radio e i sistemi di navigazione satellitare. La CME dovrebbe raggiungere la Terra il 22 gennaio, dopo le 19 ora italiana, secondo le stime della NASA e della NOAA.

Le tempeste geomagnetiche rappresentano un’alterazione temporanea del campo magnetico terrestre, causata dall’arrivo di particelle solari ad alta energia. Questi eventi possono avere effetti negativi sulle comunicazioni radio e sui sistemi di navigazione satellitare.

L’aurora boreale, spettacolo luminoso causato dall’interazione tra particelle cariche e il campo magnetico terrestre, potrebbe diventare visibile in Europa settentrionale e Stati Uniti settentrionali come risultato di questa tempesta geomagnetica. Le regioni polari sono note per essere i principali luoghi in cui l’aurora boreale è visibile, ma eventi di questo genere possono estendere la visualizzazione anche ad altre regioni, portando lo spettacolo luminoso a essere ammirato anche in Europa settentrionale e Stati Uniti settentrionali.

In conclusione, l’esplosione solare e l’espulsione di massa coronale hanno il potenziale di creare un fenomeno spettacolare in cielo, offrendo la possibilità di osservare l’aurora boreale in luoghi che normalmente non ne sarebbero testimoni. Tuttavia, è importante anche considerare l’impatto potenziale su tecnologie sensibili, come i sistemi di navigazione satellitare e le comunicazioni radio, in seguito all’arrivo delle particelle solari ad alta energia sulla Terra.

Per ricevere in anteprima le notizie scarica GRATIS la nostra App

Chiara Ferragni, si indagherà anche sui followers: veri o fake?
La magistratura sembra pronta ad aprire un nuovo focus sulle attività di Chiara Ferragni cercando di indagare sulla veridicità o meno dei milioni di followers che la seguono.
continua a leggere...
Meteo, previsioni meteo della settimana: molta pioggia, neve e freddo
Il maltempo la farà da padrone per tutta la fine del mese di Febbraio e per i primi giorni di Marzo. Abbondanti piovve al centro nord con nevicate copiose su Alpi e Appennini. Scopri le previsioni meteo per la prossima settimana.
continua a leggere...
Artico, CNR: il ghiaccio si sta riducendo con velocità senza precedenti
Il ghiaccio marino artico sta affrontando una rapida diminuzione, con conseguenze significative sull'ambiente globale.
Credit © Willian Justen de Vasconcellos
continua a leggere...