Vai al contenuto

Tempesta Ingunn, verso le Isole Britanniche e la Norvegia con venti a 180 km/h

“Ingunn”, la tempesta dell’Atlantico settentrionale, porta forti venti, piogge abbondanti e pericoli imminenti. Leggi di più sulle sue previsioni e impatti devastanti.

Il Nord Atlantico è teatro dell’arrivo di una tempesta di proporzioni significative, denominata “Ingunn”. La sua formazione ha causato un calo di pressione di 50hPa in sole 24 ore, portando i valori barometrici a scendere fino a 950hPa. La tempesta è caratterizzata da venti estremamente potenti, con raffiche fino a 180km/h intorno al suo centro, con punte di 170km/h sulle vette delle Highlands scozzesi e velocità simili in altre località.

L’impatto della tempesta è stato avvertito nell’area, con la cancellazione di collegamenti ferroviari nel nord della Scozia e la riduzione della velocità su altri percorsi. Ulteriori problemi sono previsti nel nord dell’Inghilterra, con forti raffiche di vento che potrebbero causare mareggiate sulle coste esposte e potenziali interruzioni di corrente dovute alla caduta di pali della luce. Inoltre, sono attese abbondanti piogge in Scozia, aumentando il rischio di allagamenti.

La tempesta “Ingunn” non si fermerà qui: è previsto che si sposti sulle coste norvegesi, con un’ulteriore diminuzione della pressione al suo centro, che potrebbe scendere a 940hPa. I venti da nordovest, raggiungendo velocità fino a 150km/h, potrebbero interessare i fiordi norvegesi, portando nevicate a carattere di bufera e fenomeni estesi fino a Svezia e Finlandia.

La stampa norvegese ha avvisato i cittadini in previsione dell’arrivo di questa tempesta, con previsioni di raffiche di vento che potrebbero superare i 140 km/h, soprattutto nel nord del paese. La tempesta “Ingunn” ha ricevuto il suo nome dal servizio meteorologico norvegese ed è attualmente coinvolta in un processo di ciclogenesi esplosiva nell’Atlantico settentrionale, portando venti molto forti nel nord e ovest della Scozia con raffiche di 75-85mph. La sua presenza e la sua forza richiedono una costante attenzione da parte delle autorità e dei cittadini, a fronte dei potenziali danni e pericoli che potrebbe causare.

Per ricevere in anteprima le notizie scarica GRATIS la nostra App

Veneto: continua l’allerta meteo rossa di Protezione Civile
L’area ciclonica mediterranea che sta interessando il nostro Paese, ha innescato un flusso di correnti meridionali umide ed instabili sulle regioni meridionali tirreniche. Nelle prossime ore la perturbazione interesserà anche le restanti regioni del Sud e del medio versante adriatico, con precipitazioni diffuse, che localmente potranno risultare anche intense. Sulla base delle previsioni disponibili, il… Leggi tutto »Tempesta Ingunn, verso le Isole Britanniche e la Norvegia con venti a 180 km/h
continua a leggere...
Messico, il vulcano Popocatepetl minaccia Città del Messico
Il vulcano Popocatepetl nel Messico centrale manifesta un'attività intensa, suscitando preoccupazione tra le autorità. Un'allerta è stata emessa a causa delle continue emissioni di ceneri e vapore acqueo dal cratere.
continua a leggere...
Allerta Valanghe, Grado Forte in molte regioni: massima attenzione
Pericolo valanghe: Neve e vento minacciano valanghe di grandi dimensioni. Escursioni sconsigliate.
continua a leggere...