Vai al contenuto

Fusione Nucleare, nuovo record europeo: energia pulita sempre più vicino

Il Joint European Torus (JET) ha stabilito un nuovo record mondiale di produzione energetica per la fusione nucleare, ottenendo 69 megajoules di energia. Tale risultato infonde maggiore fiducia nello sviluppo dell’energia da fusione e ha contribuito allo sviluppo di materiali innovativi.

Il Joint European Torus (JET) ha fatto un balzo significativo nella ricerca sulla fusione nucleare, stabilendo un nuovo record mondiale di produzione energetica. Gli sperimenti condotti da EUROfusion e partner italiani come l’ENEA, CNR-Istp, il Consorzio RFX e diverse università hanno portato a un risultato senza precedenti, ottenendo 69 megajoules di energia (con 0,2 milligrammi di combustibile), superando il precedente record di 59 megajoules.

Il JET, un tokamak che sfrutta campi magnetici per confinare un plasma a forma di ciambella, si concentra sulla fusione degli isotopi dell’idrogeno deuterio e trizio per produrre energia. Questo risultato è stato ottenuto grazie al lavoro di oltre 300 scienziati di EUROfusion presso l’Autorità per l’energia atomica del Regno Unito, dimostrando l’efficacia del team internazionale del JET.

Questo traguardo segna un passo significativo verso l’obiettivo di promuovere un’energia da fusione sicura e sostenibile. I risultati hanno importanti implicazioni per progetti globali sulla fusione come ITER, la centrale elettrica dimostrativa europea DEMO e la centrale elettrica prototipo del Regno Unito, STEP, che perseguono un futuro di energia sicura e a basse emissioni di carbonio.

La dott.ssa Fernanda Rimini del JET ha sottolineato l’importanza di questo risultato, affermando: “Possiamo creare in modo affidabile plasmi di fusione utilizzando la stessa miscela di carburante che verrà utilizzata dalle centrali elettriche commerciali per l’energia da fusione, dimostrando le competenze avanzate sviluppate nel tempo”.

Il prof. Ambrogio Fasoli, Program Manager (CEO) di EUROfusion, ha enfatizzato l’importanza di questa dimostrazione, dichiarando: “La nostra riuscita dimostrazione di scenari operativi per le future macchine da fusione come ITER e DEMO, convalidati dal nuovo record energetico, infondono maggiore fiducia nello sviluppo dell’energia da fusione. Oltre a stabilire un nuovo record, abbiamo ottenuto risultati mai raggiunti prima e abbiamo approfondito la nostra comprensione della fisica della fusione”.

Il dottor Emmanuel Joffrin, leader della task force EUROfusion Tokamak Exploitation del CEA, ha condiviso dettagli sui progressi ottenuti nel controllo del calore e del plasma, sottolineando l’importanza di proteggere le pareti delle future macchine da esplosioni di energia.

Infine, il prof. Sir Ian Chapman, CEO dell’UKAEA, ha sottolineato il ruolo fondamentale del JET nel promuovere un futuro sicuro e sostenibile. Anche il dott. Pietro Barabaschi, direttore generale di ITER, ha sottolineato l’importanza del JET come precursore di ITER, contribuendo allo sviluppo di materiali innovativi e generando dati scientifici dalla fusione deuterio-trizio.

Per ricevere in anteprima le notizie scarica GRATIS la nostra App

Allerta Meteo, Bollettino Criticità Meteo per Sabato 24 Febbraio
Il Dipartimento Nazionale della Protezione civile ha emesso il Bollettino di Criticità Meteorologica Nazionale per Sabato 23 Febbraio 2024: scopri le Regioni in Allerta
continua a leggere...
Meteo, previsioni meteo della settimana: molta pioggia, neve e freddo
Il maltempo la farà da padrone per tutta la fine del mese di Febbraio e per i primi giorni di Marzo. Abbondanti piovve al centro nord con nevicate copiose su Alpi e Appennini. Scopri le previsioni meteo per la prossima settimana.
continua a leggere...
Allerta Meteo Lombardia, emessa Allerta Arancione: ecco le aree a rischio
Lombardia, emessa Allerta Meteo Arancione per Rischio Idrogeologico, Allerta Meteo Gialla per Rischio Idraulico. Scopri le aree interessate dall’allerta e le procedure da seguire
continua a leggere...