Vai al contenuto

Trentino, ucciso in Val di Sole l’orso M90

Orso M90 abbattuto in Trentino: attivisti indignati e manifestazioni in arrivo. Ministro dell’Ambiente promette alternative.

Credit © Zdeněk Macháček

La decisione di abbattere l’orso M90, approvata dalla Provincia di Trento, ha scatenato una serie di reazioni contrastanti da parte di attivisti per i diritti degli animali, autorità locali e pubblico in generale. L’orso, che aveva seguito una coppia a Mezzana, in Val di Sole, il 28 gennaio, è stato abbattuto poche ore dopo l’approvazione del decreto firmato dal presidente della Provincia di Trento, Maurizio Fugatti.

Gli attivisti per i diritti degli animali, tra cui l’Organizzazione Internazionale Protezione Animali (OIPA), hanno annunciato la loro intenzione di intraprendere una battaglia legale contro l’abbattimento, cercando di ottenere accesso agli atti per conoscere i dettagli della decisione. Questo è solo uno dei passi che i sostenitori della causa animale intendono compiere per opporsi all’azione della Provincia di Trento.

La controversia ha portato anche alla mobilitazione di coloro che si oppongono alla gestione dei grandi carnivori in Trentino: gli attivisti della campagna StopCasteller stanno organizzando una manifestazione nazionale a Trento, prevista per sabato 10 febbraio, per esprimere la propria disapprovazione nei confronti delle politiche locali riguardanti gli animali selvatici.

Non solo gli attivisti, ma anche alcune associazioni e personalità pubbliche hanno manifestato sconcerto e indignazione riguardo all’abbattimento dell’orso M90. Queste voci dissenzienti hanno annunciato azioni legali e manifestazioni a sostegno della causa degli animali, dimostrando un’ampia mobilitazione sociale in risposta alla decisione delle autorità locali.

Anche il ministro dell’Ambiente e della sicurezza energetica, Gilberto Pichetto, ha preso posizione in merito, dichiarando che l’abbattimento non può essere l’unica soluzione. Il ministro si è impegnato a trovare alternative per garantire una convivenza pacifica con gli animali selvatici, sottolineando la necessità di adottare misure che possano conciliare la sicurezza delle comunità locali con la tutela della fauna selvatica.

Per ricevere in anteprima le notizie scarica GRATIS la nostra App

Maltempo, da lunedì forti piogge e nevicate al nord e centro
Marzo parte nel segno del maltempo, a partire dalle prime ore di lunedì, e per tutta la settimana, forti piogge, nevicate abbondanti e vento forte colpiranno la penisola. Partendo dal Nord per poi giungere al Sud l'Italia tornerà nell'autunno.
continua a leggere...
Allerta Meteo, Protezione Civile: Allerta Arancione su parte della Sicilia
Il Dipartimento della Protezione Civile ha emesso ha emesso una Allerta Arancione per parte della Sicilia e una Allerta Gialla per altre 7 regioni.
continua a leggere...
Allerta Meteo Campania, Allerta Gialla per temporali forti
La Protezione Civile della Regione Campania ha prorogato fino alle 20 di domani, domenica 25 febbraio, il vigente avviso di allerta meteo di livello Giallo.
continua a leggere...