Vai al contenuto

Bambini, in Svezia l’Asilo che ha Abolito Maschi e Femmine

In Svezia l’Asilo dove il corpo docenti non usa i pronomi “lui” e “lei” così che ogni bambino possa scegliere il sesso che preferisce. Le bambole sono asessuate, Biancaneve e Cenerentola abolite!

È nata a Stoccolma la prima scuola materna senza genere, in nome della parità dei sessi e della valorizzazione delle inclinazioni dell’individuo. Ad Egalia, che significa uguaglianza, gli insegnanti non usano i pronomi “lui” e “lei”, ma il neutro, “hen”. Parola che in Svezia non esiste, ripescata per l’occasione dal vocabolario delle femministe degli anni 70.

Fanno parte del percorso pedagogico le “Emotion Dolls”, bambole senza sesso, ma con sentimenti. E si può scegliere di giocare con la versione triste o quella felice. Ogni riferimento al genere sessuale va evitato. Per questo Biancaneve e Cenerentola non vengono più citate, hanno lasciato spazio alla storia di due giraffe, maschi, che vogliono un figlio e finiscono per adottare un uovo di coccodrillo: l’obiettivo è che i bambini seguano spontaneamente le loro inclinazioni senza cadere nello stereotipo tipico: i maschietti a combattere con pistole giocattolo e le bambine in cucina.

La società si aspetta che le ragazze debbano essere simpatiche e carine e che i ragazzi siano tutti virili e poco sensibili“, ha spiegato un’insegnante dell’Egalia. “Noi diamo loro una fantastica opportunità: quella di essere chi vogliono essere“.

I mattoncini del Lego si trovano a fianco delle bambole, il rosa e l’azzurro sono rigorosamente vietati. Fin dall’apertura, la scuola non ha saputo far fronte all’enorme numero di richieste di iscrizione. La missione è quella di eliminare ogni discriminazione sociale, ma l’eccessiva rigidità ha suscitato in Svezia non poche polemiche.

Per ricevere in anteprima le notizie scarica GRATIS la nostra App

Spagna, incendio divora due grattacieli a Valencia: 4 morti 20 dispersi -VIDEO-
Un terribile incendio ha devastato due grattacieli a Valencia Ferite almeno 14 persone. Forse a scatenare il rogo il materiale isolante presente sulla facciata
Credit © X
continua a leggere...
Basta foto dei figli sui social, i minori vanno rispettati e tutelati
Troppe foto di minori pubblicate sui social media dai genitori, è ora che il Governo intervenga vietando per legge la pubblicazione di foto o video di minori sui social network: i minori vanno tutelati da genitori egocentrici.
continua a leggere...
Scuola, Valditara: “Stop all’uso di smartphone ad elementari e medie”
Il ministro dell'Istruzione, Giuseppe Valditara, annuncia nuove linee guida che vietano l'uso di smartphone e tablet nelle scuole elementari e medie.
Kids taking selfie with mobile phone on school terraceCredit © Depositphotos
continua a leggere...